Eventi

Copertina del libro 'il restauro della mandonna di macerata di carlo crivelli' - Musei Macerata

Magazine

Presentazione del volume “Il restauro della Madonna di Macerata di Carlo Crivelli”

29 febbraio 2024 ore 17.00
BIBLIOTECA COMUNALE MOZZI BORGETTI
P.zza Vittorio Veneto 2 Macerata
Sala Castiglioni

PRESENTAZIONE DEL VOLUME
Il restauro della Madonna di Macerata di Carlo Crivelli. La riscoperta di un capolavoro su tela
a cura di Francesca Coltrinari, Daphne De Luca, Giuliana Pascucci
Edizione TAB Roma 2023

Il restauro della Madonna con il Bambino di Carlo Crivelli, conservata nei Musei civici di Palazzo Buonaccorsi a Macerata, ha portato a una delle più importanti scoperte degli ultimi anni intorno al pittore veneziano e, più in generale, al contesto artistico italiano del XV secolo.

Il dipinto è giunto fino a noi attraverso incredibili vicissitudini conservative, solo in parte ricostruibili attraverso le fonti. Per oltre un secolo gli studiosi hanno dibattuto su ogni aspetto dell’opera, restando tuttavia concordi nel ritenere la tela frutto del trasporto da una tavola, probabilmente di dimensioni maggiori, tagliata e riadattata salvando le figure principali: un dipinto menomato e alterato nel suo aspetto materico e percettivo, ritenuto, dunque, secondario nel catalogo del maestro veneziano.

Nel 2022 è stata presa la decisione di far restaurare la Madonna. Il complesso e delicatissimo intervento ha permesso di scoprire che l’opera, invece, fin dall’origine è stata realizzata su tela, l’unica, a nostra conoscenza, eseguita su tale supporto da Carlo Crivelli. Il dato ha rivoluzionato gli studi sul pittore veneziano, ritenuto un indiscusso maestro della pittura su tavola, aprendo quindi nuovi scenari di ricerca e suscitando un ampio dibattito fra gli specialisti e confermando, ancora una volta, l’impiego della tela quale supporto per opere a carattere devozionale anche nel XV secolo.

Il libro raccoglie i risultati del restauro e delle complesse indagini diagnostiche che lo hanno accompagnato, costituendo il resoconto del consistente intervento conservativo, contestualizzato nel quadro dell’analisi storica della tela, della sua ricezione e musealizzazione. Arricchiscono l’opera la presentazione di Pierluigi Moriconi e la prefazione di Claudio Strinati, in cui rilegge magistralmente l’intero percorso di Crivelli.

Prefazione di: Claudio Strinati

Contributi di: Paolo Bensi, Ilaria Bonaduce, Giulia Caroti, Francesca Coltrinari, Daphne De Luca, Giuseppe Di Girolami, Agnese Maltoni, Francesca Modugno, Giuliana Pascucci, Fabio Sileoni, Paolo Antonino Maria Triolo

Opere di Carlo Crivelli esposte - Musei Macerata