Scheda opera

Ricerca avanzata

Seleziona una voce per filtrare la tua ricerca.

Ipazia III

data
1977
sede
Palazzo Buonaccorsi
collocazione
Secondo piano/ sala 12
tecnica
Tecnica mista/ collage su tela 120x120cm
n. inventario
2631
tipologia
Pittura

Descrizione

Il dipinto “Ipazia III” presenta forme geometriche regolari che compongono una struttura solida, con un richiamo ai caratteri di stampa. Le tonalità di colori scuri tendenti al nero e al grigio sono accentuate dall’elemento semi circolare che spicca per luminosità. L’opera è stata donata dall’artista a seguito della mostra tenuta a Macerata “L’umano di-segnare. Elio Marchegiani – Walter Valentini” dal dicembre 1978 al gennaio 1979, organizzata a cura della Brigata “Amici dell’Arte”.

A partire dagli anni Settanta, l’autore avvia un processo dialettico entro i parametri di una astrazione per la quale la geometria diventa misura essenziale per annullare richiami naturalistici. Nelle sue opere, come in questa composizione, a prevalere è l’elemento geometrico: quadrati, rettangoli, semicerchi costruiscono e determinano lo spazio.

Walter Valentini, pittore e incisore, nasce a Pergola (PU) nel 1928. Si forma prima a Roma, dove entra in contatto con numerosi artisti, tra i quali Corrado Cagli e Luigi Veronesi suoi maestri, e poi a Urbino dove frequenta la Scuola del Libro dell’Istituto di Belle Arti. Nel 1955 si stabilisce a Milano svolgendo l’attività di grafico. L’esordio artistico si ha nel 1974 con la prima mostra tenuta a Milano nella Galleria Vinciana. Nelle sue opere convergono varie componenti: l’arte grafica, essenziale nella sua produzione, le ricerche astratte dei costruttivisti russi, gli studi sullo spazio e sulla geometria.